Acidità dei cibi e infiammazione: un legame importante e sottovalutato

Molti di noi non considerano mai l’equilibrio acido / alcalino del nostro sangue, ma un pH adeguato è un aspetto importante per la salute generale. Un pH bilanciato aiuta a proteggere la nostra armonia dall’interno. L’equilibrio del pH si riferisce ad un corretto equilibrio nel corpo tra acidità e alcalinità.

Cos’è l’equilibrio del pH?

Il corpo lavora costantemente per controllare attentamente i livelli di pH del sangue e negli altri fluidi. Il pH è l’abbreviazione di “potenziale di idrogeno” e misura la concentrazione di ioni di idrogeno nel corpo. La scala del pH totale viene misurata su una scala che va da 0 a 14, dove 7 è neutro. Un livello di pH inferiore a 7 è acido, mentre sopra 7 è di base o alcalino. Il livello di pH ideale nel corpo è intorno alle 7.30-7.45. Puoi testare i tuoi livelli di pH regolarmente, prima di mangiare o bere qualsiasi cosa, attraverso un campione della tua saliva o delle urine o puoi chiedere al tuo medico un esame del sangue ABG.

Che cosa fa sì che i livelli di pH diventino anormali?

I problemi si verificano quando la nostra dieta è sovraccaricata da cibi molto acidi perché causano infiammazione nel corpo. Infatti, le patologie insorgono e peggiorano quando i livelli di infiammazione sono alti. Il nostro corpo compie un gran lavoro per mantenere i livelli di pH equilibrati. Cerchiamo di capire quanto duramente il nostro corpo deve lavorare per raggiungere questo obiettivo. Mangiando cibi altamente acidi, costringiamo il nostro corpo a lavorare di più per mantenere un livello di pH neutro. Quando il sistema immunitario reagisce in modo sproporzionato a livelli eccessivi di acidità, inizia ad attaccare i tessuti del corpo sani, ciò significa che ci troviamo di fronte a una malattia autoimmune come l’artrite e la fibromialgia, oppure a celiachia e intestinale irritabile. Riducendo la quantità di alimenti acidi che assumiamo non solo proteggiamo lo stomaco e il sistema digestivo, ma preserviamo in modo duraturo la nostra salute.

Quali sono i cibi acidi?

Alimenti e bevande come zuccheri raffinati, carne lavorata, latticini, cereali, alcol e caffeina tendono ad aumentare i livelli di acidità di sangue e tessuti. Poiché la dieta di oggi è fortemente legata al consumo di alimenti che producono acidi, il corpo deve utilizzare quantità crescenti di minerali per eliminarli. Questa è la “tempesta perfetta” che può compromettere l’equilibrio del nostro corpo e quindi il nostro benessere generale.

Le diete ad alta infiammazione sono una delle ragioni per cui molti esperti nutrizionali ritengono che la salute di molte persone sia ben al di sotto dei livelli ottimali. Una condizione acida del sangue influisce negativamente sulle reazioni enzimatiche dell’organismo, contribuendo così allo sviluppo di diversi disturbi.

Come mantenere al meglio un corretto equilibrio del pH?

Prima di tutto, dai un’occhiata al tuo stile di vita e alle tue abitudini alimentari che potrebbero influire sull’armonia del tuo organismo. Mentre alcuni membri della comunità medica dubitano che i cambiamenti nella vostra dieta o un livello di pH equilibrato svolgano un ruolo cruciale, mi permetto di dissentire. Nella mia vita personale, ho scoperto che quando elimino alcuni cibi e bevande, mi sento meglio e il mio corpo funziona meglio. Quando do al mio corpo i cibi e le bevande appropriate, il mio corpo non deve lavorare al di sopra delle sue possibilità per darmi l’energia di cui ho bisogno nella mia vita frenetica.

Cosa puoi fare per aiutare a bilanciare l’equilibrio del pH

1. Mangiare meno cibi acidi

Non devi smettere di mangiare questi alimenti, basta diminuire la quantità e noterai una grande differenza! Come:

  • Le carni lavorate
  • Gli alimenti ricchi di sodio
  • Zucchero aggiunto
  • Grani lavorati e raffinati tra cui pasta e pane bianco
  • Latte e prodotti lattiero-caseari
  • Caffeina
  • Alcool

2. Assumere più sostanze alcaline come le verdure

  • Foglia verde
  • Verdure non amidacee come funghi, avocado, cetrioli, zucchine, asparagi e broccoli
  • Cibi crudi; Mi piace succhiare frutta e verdura per ottenere un salutare concentrato di energia
  • Superfoods
  • Grassi vegetali come l’olio d’oliva vergine e l’olio di cocco
  • Piante amidacee come patate dolci e barbabietole
  • Proteine ​​vegetali come mandorle e fagioli
  • La maggior parte dei frutti: i frutti acidi come limoni e pomodori non creano acidità nel corpo! In realtà aiutano a contribuire a un ambiente più alcalino.

3. Aria fresca e luce solare

Raccomando una respirazione profonda e pulita, aria fresca per aiutare a ossigenare i tessuti.

4. Bere acqua filtrata

Facciamo una doccia ogni giorno per pulire l’esterno del nostro corpo. Quando bevi acqua filtrata, si comporta come una doccia per i tuoi interni e svuota molte delle tossine acide che potrebbero accumularsi nel tuo corpo.

5. Clisteri di caffè

Si, hai sentito bene. Togli quei rifiuti dal tuo corpo, letteralmente! La tossicità intestinale tende ad avere un effetto acidificante ed è oggi un problema comune tra la nostra popolazione. Un clistere di caffè aiuta a rimuovere i materiali tossici e alcalinizza l’intestino tenue e crasso migliorando il flusso biliare.

L’obiettivo è trovare un equilibrio salutare del quale il pH è alla base. Sole, acqua filtrata, aria pulita, clisteri di caffè, e adottando una dieta più alcalina sono una combinazione semplice e veloce per aiutare a bilanciare i livelli di pH e ridurre l’infiammazione nel tuo corpo. Gli alimenti che consumiamo quotidianamente possono esaurirsi rapidamente senza rinforzarci (cibi acidi) o rinvigorirci (alimenti alcalini). Non dimenticare, sei quello che mangi. Buon appetito!